Una giornata al Carmelo, è quella che hanno vissuto alcune persone componenti il gruppo famiglie della parrocchia di San Giuseppe presso Crotone, dove sono state accolte dalle 19 suore che ormai da più di 30 anni vivono l’esperienza della loro dedizione a Dio nella preghiera in questo luogo.
Il Carmelo di Crotone è l’unico del suo genere nella regione Calabria e si trova nell’estremo lembo orientale della nostra regione, in prossimità di Capo Colonna.
Il monastero è dedicato alla Beata Vergine del Rosario e si rifà a Santa Teresa del Bambino Gesù. La vita conventuale è scandita durante tutto l’arco della giornata da momenti di preghiera e contemplazione oltre che da varie attività connesse alla gestione della stessa vita claustrale.
La celebrazione dell’Eucaristia è la partecipazione alla preghiera dell’ora sesta sono stati i due momenti che noi famiglie abbiamo avuto modo di condividere con le suore in una giornata intensa per significati ed esperienza vissuta.
Quella grata che non divide ma unisce in Cristo, ha dato a tutti quanti l’opportunità di percepire che, quello della clausura, non è un mondo a se stante – avulso dal contesto dove noi viviamo – e questo l’hanno capito bene le famiglie che hanno avuto la possibilità di vivere un lungo quanto ricco momento di confronto con una delle suore.
E’ stata una grande opportunità per ricevere non solo parole di speranza e di incoraggiamento per quello che si sta cercando di vivere all’interno della parrocchia di San Giuseppe, quanto per condividere quella gioia che traspare da volto sereno di chi, dietro una grata, ti dice nella libertà più grande il dono alla quale è stata chiamata e per il quale ha dato la vita.
Nel tempo che ci è stato dato di vivere ci siamo resi conto di come la fede “autentica” ti rende persona libera, al contrario di come potrebbe invece apparire pensando al luogo della “clausura”.
Come famiglie, ci sentiamo di partecipare questa grande gioia che ci è stata data di vivere, certi che il Carmelo teresiano sia realmente un luogo nel quale poter sperimentare nel silenzio e nella preghiera l’amore del Padre.


2 commenti

Mimmo · 17 gennaio 2016 alle 9:18 am

Non è cosa di tutti i giorni poter vivere un momento di preghiera, fraternità e riflessione come quello trascorso al Carmelo di Crotone in compagnia di alcune famiglie della nostra parrocchia.
Guardare alla vita ritmata dalla preghiera delle Suore presenti nel Carmelo nonché poter respirare, anche se per poche ore, un’aria diversa da quella della nostra quotidianità, ha significato immergermi in quella grazia e misericordia che Dio mi dona per farmi rinascere a vita nuova nella fede.
L’accoglienza, l’ascolto e l’attenzione che le Suore ci hanno riservato, come anche le parole che ci sono state dette con la semplicità del cuore di chi ha donato tutto se stessa a Dio, mi hanno permesso di ritornare a casa con una serenità maggiore che vorrei potesse durare il più a lungo possibile.

Silvia · 18 gennaio 2016 alle 7:52 am

Bellissima esperienza! A me hanno trasmesso il gusto di una preghiera quotidiana che nulla ha a che fare con una sterile routine, ma che diventa fecondità e amore sopratutto quando si presentano a Lui persone, visi.
Penso proprio che, dal 2 gennaio, i nostri visi sono presentati quotidianamente in alto da queste operaie silenziose!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code